Lorenzo Manigrasso  
   TARANTO - L'ANGOLO DEI RICORDI Lorenzo Manigrasso racconta ...
  'A scarcedda (poesia di Pasqua)
Ricordo che fino agli anni ' 50, quando lasciai Taranto, la Resurrezione di Gesù avveniva alle ore 11 del mattino del Sabato Santo.
Per quell'ora, bottegai, pescatori, impiegati e artigiani del vecchio Borgo Umbertino, era tradizione radunarsi in Piazza Fontana davanti alla torre dell'orologio, con in tasca la "scarcedda" dolce tradizionale tarantino. Allo scoccare delle 11, tutte le chiese della città slegavano le loro campane, (azzittite per tutta la settimana santa), facendole suonare a distesa annunciando la Resurrezione di Gesù. A quel punto venivano fuori le scarcedde che tutti mangiavano festosi.

'A SCARCEDDA
Primavera, festa di fiori
festa d'amore
Pasqua di resurrezione.
Piazza Fontana, in questa stagione,
bagnata di sole io ti rivedo.
La torre dell’orologio,
il chiosco della limonata,
le bancarelle di frutta secca.
i voli di colombi che fendono l’aria.
Piazza Fontana, sole e vociar di gente,
all’orologio è intenta.
La campanella le 11 rintocca.
Un grido di gioia;
Cristo è risolto!
Come d’incanto,
nelle mani della gente
appare una scarcedda.
BUONA PASQUA GENTE

© Lorenzo manigrasso 2005



Piazza Fontana
Piazza Fontana
Scarcedda
Lorenzo Manigrasso  lorenzo@manigrasso.it  www.manigrasso.it